NEWSLETTER

Il prossimo evento:

  • 00 GIORNI
  • 00 ORE
  • 00 MIN
  • 00 SEC
+

Conclusione del progetto – LA CUCINA NELLE SALINE

Categories: Ceramica,Famea dei salineri,NEWS,Storia e patrimonio culturale

Si è concluso ieri, sabato 3 ottobre 2020, a Portorose al Monfort ex magazzino del sale, il progetto La cucina nelle saline con la presentazione dei piatti tipici che facevano parte della vita e del lavoro nelle saline di Pirano: dal pane cotto in forno ai carciofi, dalla pasta “bigoli con le luganighe” alle sardele in savor, ai bobici, la minestra di granoturco.

Nelle diverse tappe del progetto, da aprile a settembre, in relazione all’emergenza sanitaria sono stati realizzati anche dei video che sono stati trasmessi ieri ai presenti.
Il progetto prevedeva diversi incontri nei quali gli ospiti avrebbero potuto conoscere e assaggiare i piatti tipici che si mangiavano una volta nelle saline. A causa della pandemia dei mesi scorsi, purtroppo alcuni incontri sono stati rimandati ossia si sono svolti da casa.
I visitatori di ieri hanno così potuto conoscere soltanto in video alcune ricette tipiche tradizionali del nostro litorale.

Il progetto è stato presentato nell’ambito delle Giornate del patrimonio culturale europeo – Dnevi evropske kulturne dediščine che si svolgono dal 26 settembre al 10 ottobre 2020, quest’anno dal titolo: SPOZNAJ/ CONOSCI ? OHRANI / SALVA, CONSERVA VARUJ/ TUTELA!


Al Monfort siamo stati onorati della presenza del Consigliere dell’Ambasciata d’Italia, Ivo Michele Polacco e consorte, del Console Generale d’Italia a Capodistria, Giuseppe D’Agosto e consorte, del Vicesindaco del Comune di Pirano, Manuela Rojec, del Capo Ufficio attività sociali del Comune di Pirano, Matej Knep e del Presidente della CAN Pirano, Andrea Bartole.
Un ringraziamento particolare a tutti i partecipanti al progetto, ai produttori locali, ai gruppi di attività e le loro mentori, La Famea dei salineri e Giorgina Rebol, i ceramisti e Apolonija Krejačič, agli organizzatori CAN Pirano e Matjaž Kljun dell’Ente per la tutela dei beni culturali della Slovenia, ai collaboratori la CI Giuseppe Tartini Pirano, Veronika Bjelica del Museo del mare S.Mašera Pirano, il Parco naturale delle Saline di Sicciole e l’Istituto pubblico Parco naturale di Strugnano.

Il grande interesse per questi appuntamenti ci fa ricordare quanto siano importanti per mantenere viva una tradizione, che si sta perdendo di generazione in generazione e non solo: sono il ponte intergenerazionale che accomunano gli adulti ai piccoli, che oggigiorno non frequentano più le saline come i loro nonni.

L’album completo con tutte le foto della giornata lo trovate qui.


SOLINARSKA KULINARIKA

Včeraj, v soboto, 3. oktobra 2020, se je v nekdanjem skladišču soli Monfort v Portorožu s predstavitvijo tipičnih jedi, ki so jih nekoč pripravljali med delom v piranskih solinah – od krušnega kruha do artičok, od testenin “bigoli con le luganighe” do sardel v marinadi “na šavor”, od bobičev do koruzne mineštre -, zaključil projekt Solinarska kulinarika.

Posamezni deli projekta, ki je potekal od aprila do septembra, so bili zaradi pandemije koronavirusa predstavljeni s pomočjo videoposnetkov, ki so si jih včerajšnji obiskovalci lahko še enkrat ogledali.

V sklopu projekta so bile predvidene različne predstavitve, na katerih bi obiskovalci lahko spoznali in okusili tipične jedi, ki so jih nekdaj pripravljali v solinah. Žal so bile nekatere zaradi pandemije v minulih mesecih preložene ali pa so se odvile na daljavo. Včerajšnji obiskovalci so tako nekatere tradicionalne recepte naše obale spoznali le s pomočjo videoposnetkov.

V Monfortu so nas s svojo prisotnostjo počastili svetovalec italijanskega veleposlaništva Ivo Michele Polacco s soprogo, generalni konzul Republike Italije v Kopru Giuseppe D’Agosto s soprogo, podžupanja Občine Piran Manuela Rojec, predstojnik Urada za družbene zadeve Občine Piran Matej Knep in predsednik Samoupravne skupnosti italijanske narodnosti Andrea Bartole.


Posebna zahvala vsem sodelujočim pri projektu, lokalnim proizvajalcem, tematskim skupinam in njihovim mentorjem, Solinarski družini in Giorgini Rebol, skupini za obdelavo keramike in Apoloniji Krejačič, organizatorjem Samoupravni skupnosti italijanske narodnosti Piran in Matjažu Kljunu z Zavoda za varstvo kulturne dediščine Republike Slovenije, soorganizatorjem Skupnosti Italijanov Giuseppe Tartini Piran, Veroniki Bjelica iz Pomorskega muzeja S. Mašera Piran, Krajinskemu parku Sečoveljske soline in Javnemu zavodu Krajinski park Strunjan.

Veliko zanimanje za tovrstne dogodke nas opominja na pomen ohranjanja izročila, ki se izgublja iz generacije v generacijo oziroma predstavlja medgeneracijski most med odraslimi in otroki, ki danes ne obiskujejo več solin, kot so to počeli njihovi stari starši.

Celoten album slik dneva si lahko ogledate tukaj.

Foto: Anastasia Sorgo.